Domenica di giugno

 

 

All’Arena di Milano si conclude il Giro d’Italia : il vincitore è un giovane corridore ancora poco noto al grande pubblico , mentre il maggior favorito della vigilia ottiene soltanto  il gran premio della montagna.

Il campionato di calcio segna il successo della squadra dell’Ambrosiana-Inter , il Genoa risulta  quinto in classifica , preceduto da Lazio , Juventus e Bologna .

Molti genovesi , specie i giovani sono andati al mare , da Nervi a Prà tutte le spiagge sono gremite .

Anche i cinema del centro sono affollati  :  in prima visione ci sono tre  film  italiani : L’assedio dell’ Alcazar , Maddalena zero in condotta , Una romantica avventura   ed il tedesco  Süss l’ ebreo .

Davvero  una calda giornata di festa .

L’ indomani , lunedì 10 giugno 1940 , alle ore diciotto , l’Italia dichiara guerra alla Francia  :  a  Mussolini servono  “alcune centinaia di morti” per sedersi, di lì a pochi mesi , così dice , al tavolo del vincitore .

Intorno alle ventuno , ora legale , perciò giorno chiaro , andiamo   verso il capolinea del tram numero 50  ,  incontro al papà che arriva dal centro , quando le sirene fischiano l’ allarme e subito gli aerei sono su di noi .

Torniamo indietro di corsa , ci infiliamo nella cantina-rifugio sotto casa e conosciamo gli schianti del primo bombardamento .

Si saprà  il giorno dopo dalla radio , che una mezza dozzina di bimotori inglesi Whitley aveva fatto cadere su Genova diverse tonnellate di bombe, provocando però solo poche decine di feriti e danni assai trascurabili.

 

La guerra era cominciata . 

P.S.   Ma non potevamo  proprio farne a meno , ieri , di metterci in guerra con la Libia !?

 

 

 

Domenica di giugnoultima modifica: 2011-03-20T12:07:01+01:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Domenica di giugno

  1. Già! Sarebbe stato sufficiente non corteggiare e “sdoganare” il dittatore a suo tempo. Isolarlo nello scenario internazionale e non scendere a patti per petrolio e gas in cambio. Ma per salire la scala della politica difficilmente è richiesta quell’intelligenza “previsionale” che sembra l’unica differenza tra uomo e animale. Più incredibilmente gretti sono e più in alto volano…
    Vedremo quest’alba del nuovo millennio che combina.
    Ciao, Anna

  2. Se solo la storia potesse insegnare qualcosa non si ripeterebbero gli errori e gli orrori.

    Il secolo breve ha dato vita al secolo violento, la violenza come mezzo.

    Si, si poteva evitare, ma le fabbriche di armi hanno un problema, svuotare gli stock dai magazzini.

    Notte buona cuore mio.

  3. Ciao Wally! Passo principalmente per un affettuoso saluto! Poi, per leggere ancora sagge parole, espresse da te!

    Pare proprio, a costo di ripetere ciò che già è stato espresso, che la “Storia” non abbia insegnato nulla! Come nulla, pare abbiano insegnato coloro che la guerra l’hanno vissuta, con tutti gli orrori che comporta!

    Ma c’è dell’altro, io credo! C’è una, neanche tanto nascosta, volontà di autodistruzione nell’essere umano! La “guerra” e ciò che significa, possiamo vederla anche se non l’abbiamo vissuta perché i media ce la portano in casa, con tutti i suoi drammi di morti innocenti, corpi straziati, distruzione di beni e persone, fame, sofferenza, disperazione! Basterebbe questo a riflettere per dire con decisione: noi, mai!

    Invece… siamo in guerra e ministri, politici e leader di Stato ci stanno sguazzando alla grande! Per i noti motivi che è inutile ripeta, come sembrano oramai inutili le tante parole che esprimiamo.

    Buona serata a te e ciao!

  4. Per ANNA , TINA e CARLO . Scusate , certo per colpa del mio vecchio PC , come entro nei vostri blog mi scollego subito , più e più volte , ad ogni ora , di giorno e di notte . Grazie delle visite ! Sono un po’ frastornata dagli avvenimenti , sì che ogni volta che sento passare un aereo , che va , come sempre , dall’ eroporto Colombo di Genova verso il nord , non so dove , mi scorre un brividino lungo la schiena . Paura …. di ritorno . Però , nella sterpaglia di quella specie di mio giardino , sono sbocciate le prime violette . Buona serata a tutti ! wally

  5. Ciao Wally

    Capita anche a me con molti blog, ho aggirato l’ostacolo caricando Mozilla Firefox, prima faccio il giro con explorer, poi apro mozilla e visito quelli che prima mi buttavano fuori. ;-))

    E comunque, noi veniamo lo stesso a trovarti, mica per avere ricambiata la visita ;-))

    Smak Bella e buona serata ;-))

  6. Ciao Wally… vista l’ora, buonanotte!

    Mi dispiace per l’inconveniente, di cui spero capirai presto la natura! Comunque, come ha detto Tina, noi un saluto passiamo sempre a lasciarlo e se c’è qualcosa di tuo, da leggere, meglio ancora! Tempo permettendo… mannaggia!!

    Buon fine settimana a te e ciao!!!

Lascia un commento