105mila euro per un “cesso”…. degno

 

prefettura_.jpg

 

 

Palazzo Doria –Spinola

 

Sede della Prefettura di Genova 

 

Largo Eros Lanfranco  ( tra Via Roma e Piazza Corvetto )

 

Costruito nella prima metà del ‘500 per l’ ammiraglio Antonio Doria , Marchese di Aveto ,  nel 1624 passò ai Marchesi  Spinola , che lo tennero sino al diciannovesimo secolo.

Il cortile rinascimentale del palazzo , a pianta quadrata e doppio ordine di logge, presenta una raffinata decorazione a stucchi con telamoni alternati a maschere femminili, di linguaggio nuovissimo per la Genova dell’ epoca .

Gli affreschi più volte restaurati della loggia superiore, opera di Aurelio e Felice Calvi, con vedute di città in gran parte estratte dall’atlante Civitates orbis terrarum (Colonia, 1576), documentano i vasti interessi del committente, grande stratega della Corona spagnola e trattatista della guerra per mare. Alla fine del XVI secolo viene aggiunto il portale esterno in marmo , con colonne binate e figure di armigeri sull’attico del Carlone

 

Nella Repubblica di  Genova  rifondata da Andrea Doria , che tra il cinquecento e il seicento era crocevia di traffici, corti e ambasciate, si precettavano dimore adeguate alle visite di stato e ciò  avveniva attraverso elenchi (Rolli degli alloggiamenti pubblici) suddivisi in “bussoli” per categorie di qualità.

 

I cinque  rolli conosciuti (degli anni 1576, 1588, 1599, 1614 e 1664) descrivono un universo di dimore storiche che testimoniano un tipo di struttura urbana definita come una reggia repubblicana” , vera contraddizione in termini .

 

I Rolli costituiscono un unicum dei palazzi più prestigiosi del centro storico genovese, specialmente lungo le antiche Strade Nuove , Via Garibaldi , dove ora ha sede il Comune, già Via Aurea, e Via Balbi, sede della cittadella universitaria .

 

Naturalmente , Palazzo Doria-Spinola era inserito a pieno merito nei Rolli degli alloggiamenti pubblici della Serenissima Repubblica di Genova .

 

Il 13 luglio 2006 , quarantadue degli ottanta palazzi iscritti ai Rolli sono stati inseriti dalla speciale commissione UNESCO riunita a Vilnius (Lituania), fra i Patrimoni dell’umanità.

Per il loro restauro sono stati spesi negli anni novanta circa 10 milioni di euro, con l’impiego di capitali pubblici e privati.

 

Alla luce di tutto questo , come poteva il Prefetto Musolino , a non lasciarsi prendere la mano , nella ristrutturazione di un   cesso degno dei Patrimoni dell’ Umanità  !?

 

105mila euro per un “cesso”…. degnoultima modifica: 2011-01-13T18:51:41+01:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “105mila euro per un “cesso”…. degno

  1. Ciao Wally e buona serata! Non credo di averlo già affermato da te e, quindi, ti dico la mia: questo “tizio” è un dipendente dello Stato, di quelli che tu paghi ma che io, conoscendo bene, ho sempre affermato dover essere quelli che andrebbero “messi in riga” per primi, se vogliamo che la “baracca” funzioni.

    E’ un po’ come l’altra mia affermazione, spesso ricordata in passato, che al vertice di ogni pubblica amministrazione c’è proprio quel “politico” che, poi, critica noi impiegati, riscuotendo plauso dall’opinione pubblica. Eppure è lui il “vertice” di una baracca che non funziona!!!

    Invece, queste mie affermazioni, spesso sono state contestate e, normalmente, si è usi prendersela con l’ultimo della “baracca”!!

    I problemi, quelli veri, sono molto ma moooolto più in alto!!!

    Comunque, ti terrò informata su questa faccenda…. anche per quelle notizie che tu “non troverai” sui giornali!!!!

  2. …. dimenticavo: propongo una scommessa! Io dico che quel prefetto, verrà rimosso…. con una promozione che lo farà stare meglio di prima e, soprattutto, salverà il suo stipendio che, euro più, euro meno, si aggira sui 16 mila euro lordi al mese!!

    E’ già successo! L’ultimo è il “Questore” di Milano, che ricevette la telefonata del berlusca per la “nipote” di mubarak….. sai che fine ha fatto? Nominato prefetto, è stato spostato e continua a prendere un gran bello stipendio… senza fare nulla!!!!!

    Accetto scommesse da chi dice che sbaglio!!!!

Lascia un commento