Un senatore chiamato cavallo

 

Gaio Giulio Cesare Germanico , conosciuto come Caligola, regnò sull’ impero romano dal 37 al  41d.C.  Le fonti storiche lo hanno reso noto per la sua stravaganza, eccentricità e depravazione, tramandandone un’immagine di despota.

Il suo impero fu caratterizzato da una serie di atti che tendevano a una continua umiliazione della classe senatoria.

Secondo una leggenda, infatti, nominò senatore il proprio cavallo (che si chiamava Incitatus), ed è evidente che il suo decreto di nomina esprimeva il suo totale disprezzo per il Senato che avrebbe potuto benissimo essere arricchito dalla presenza dell’ animale .

In realtà pare che Caligola facesse  solo una battuta , dicendo che avrebbe potuto nominare il proprio cavallo come senatore, essendo questo più capace dei senatori stessi.

Era certamente un personaggio discusso, popolarissimo tra la plebe , che ammaliava con elargizioni e costosi giochi circensi,  ma era politicamente avverso alla classe degli intellettuali .

Prima di lui , gli imperatori avevano cercato di mantenere i legami con le tradizioni repubblicane : egli  invece  scelse una forma di potere assoluto ed al culmine del suo regno avrebbe voluto essere proclamato Dio , con la pretesa che gli venisse eretto un tempio.

Forse si trattava dell’ennesima manifestazione della sua follia, oppure il tentativo religioso di mantenere il potere con tutti i mezzi.

Fu assassinato da un gruppo delle sue guardie.

 

 

Un senatore chiamato cavalloultima modifica: 2010-06-25T18:56:16+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Un senatore chiamato cavallo

  1. … lo vedi però il risultato? Mo’, età o non età, sempre di fonte preziosa si tratta!! Se poi l’hai pure vissuta (non è questo il caso, naturalmente) meglio ancora: voglio trovare chi ti smentisce!! Ancora buon fine settimana e ciao!

Lascia un commento