Da ” IL SECOLO XIX “

 

 

 

 

 

““ L’ Associazione Ligure dei Giornalisti protesta contro il disegno di legge sulla stampa  presentato dal Governo alle Camere , in quanto , violando il principio di libertà , mortifica l’ esercizio ed ostacola lo sviluppo della stampa periodica , con grave pregiudizio degli interessi morali e materiali dei lavoratori del giornale e con detrimento dell’ attività intellettuale italiana .

 

Dà mandato al consiglio Direttivo di cooperare con la Federazione della Stampa al fine che detto disegno di legge non sia approvato.  “”

 

 

Genova – Dicembre 1924 –

 

 

 

 

Dopo il discorso di Mussolini al Parlamento , il  3 Gennaio 1925 , il redattore capo de “ IL SECOLO XIX “ , Armando Pasini Zambrotto , passò a non meglio precisati “ incarichi tecnici  , lasciando il posto a Vittorio Emanuele Bravetta , letterato e poeta .

 

 

Contemporaneamente , il cronista Costa decise di lasciare la professione : non erano più tempi per fare il giornalista .

 

 

Da ” IL SECOLO XIX “ultima modifica: 2010-06-12T13:58:02+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Da ” IL SECOLO XIX “

  1. Ciao Wally, mi angoscia un po’, per non dire molto, il comunicato del 1924 della Associazione ligure dei giornalisti. Qunidi anche tu la vedi brutta per la libertà in Italia?
    Ad ogni modo bisogna continuare in tutti i modi, gentili e duri, aperti e coperti, a fare opposizione. E fare opposizione anche con internet, che è un arma nuova di libertà che il vecchio berlusconi non riuscirà a neutralizzare. Resistere, resistere, resistere, come già ha detto qualcuno.

    Ho letto il testo del post precedente: queste semplici parole, che riporto:

    “Non vo’ venire con te alla guerra
    perché si mangia male e si dorme per terra.”
    nella loro semplicità hanno una efficacia straordinaria nel far risaltare l’imbecillità, l’assurdità, l’inumanità della guerra. Eppure qui in Italia c’è ancora qualcuno che pensa con nostalgia al fascismo e a Mussolini. E’ incredibile.
    Ciao, buona settimana.

  2. Ciao Wally e serena settimana a te!!

    Quanto insegnamento che dovrebbe fornirci la storia, vero? Invece, siamo qua a fare sempre gli stessi errori. L’unica consolazione che provo in questo momento che sembra veramente buio, è l’impressione che la protesta stia dilagando sempre più massiccia e che, probabilmente, anche tra coloro che fino a ieri guardavano al signor B come al leader perfetto… oggi stanno avendo qualche ripensamento!

    Tuttavia, a noi rimane sempre l’obbligo di dissentire… e farlo in maniera plateale e con convinzione!! Internet è un potente strumento di dissenso e sempre più spesso provano a controllarlo!!

    Buon pomeriggio a te e ciao!

Lascia un commento