” La libbertà de pensiero “

 

 

 

Un Gatto bianco, ch’era presidente

der circolo der Libbero Pensiero,

sentì che un Gatto nero,

libbero pensatore come lui,

je faceva la critica

riguardo a la politica

ch’era contraria a li principi sui.

– Giacché num badi a li fattacci tui,

– je disse er Gatto bianco inviperito –

rassegnerai le proprie dimissioni

e uscirai da le file der partito:

ché qui la poi pensà libberamente

come te pare a te, ma a condizzione

che t’associ a l’idee der presidente

e a le proposte de la commissione!

– E’ vero, ho torto, ho aggito malamente…

– rispose er Gatto nero.

E pé restà ner Libbero Pensiero

da quela vorta nun pensò più gnente.

 

Trilussa

 

” La libbertà de pensiero “ultima modifica: 2010-04-26T13:25:38+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “” La libbertà de pensiero “

  1. Ciao Wally… però, vedo che hai trovato un magnifico modo per “presentare” il mio stesso argomento!! Anzi… molto più “titolato” visto che è il nostro Trilussa!! Calza a pennello con i “fatti” del momento!! E’ evidente che “certe abitudini” non hanno tempo!!

    Buon inizio di settimana a te e ciao!!

  2. PER SASA ‘ : Il tuo commento che mi era arrivato il 25 intorno alle 13 ,
    sul post ” L’ eccidio del panino e della mela ” è stato cancellato . E’ rimasta solo la mia risposta , che ti davo qui , non riuscendo a scrivere nel tuo blog . E’ la seconda volta che succede . Ce l’ hanno con me o con te ? ( Magari perchè scrivi tutto in lettere maiuscole !? ) Ciao ! wally

  3. E’ sparito da tutti i blog, l’altra volta avevo chiesto spiegazioni ma non mi sono state date, mi hanno solo risposto che myblog non censura nulla(?!?)… le maiuscole non c’entrano, molti scrivono in maiuscolo e non scompaiano e l’altra volta era stato scritto in minuscolo. Non so come può accadere una cosa del genere, se non è che qualcuno si diverte alle nostre spalle, che almeno mi dessero una spiegazione tecnica, invece niente manco rispondono.
    Va bè aggiungiamo anche questa, prima o poi faremo il conto.
    Ciao

  4. Ciao Wally! Il “MIO” Trilussa!! Pensa che ogni anno io mi faccio un calendario personale con le fotografie che faccio io e le poesie di Trilussa, e questa è una di quelle che ho messo lo scorso anno. Per Maggio di quest’anno invece ho messo questa : “Giordano Bruno

    Fece la fine de l’abbacchio ar forno
    perché credeva ar libbero pensiero,
    perché si un prete je diceva: – È vero –
    lui risponneva: -Nun è vero un corno! –

    Co’ quel’idee, s’intenne, l’abbruciorno,
    pe’ via ch’er Papa, allora, era severo,
    mannava le scommuniche davero
    e er boja stava all’ordine der giorno.

    Adesso so’ antri tempi! Co’ l’affare
    ch’er libbero pensiero sta a cavallo
    nessuno pò fa’ più quer che je pare.

    In oggi, co’ lo spirito moderno,
    se a un Papa je criccasse d’abbruciallo
    pijerebbe l’accordi cór Governo.

    Trilussa”

    Mala Tempora currunt! Anna

  5. Azzeccatissima e concretissima la poesia di Trilussa e, pensando al gatto bianco e a quello nero, mi è subito venuto in mente il contrasto tra Berlusconi e Fini; e poi ho visto che anche altri nei commenti hanno avuto lo stesso pensiero.
    Però speriamo che Fini non faccia la fine del gatto nero.
    Fini non mi entusiasma e non mi hai entusiasmato e tuttavia mi sembra di dovergli riconoscere che ha un qualche senso della dignità dello Stato di cui Berlusconi è del tutto privo, e non può essere diversamente perchè vede solo se stesso.
    Ciao Vally, buon PRIMO MAGGIO e buon fine settimana

Lascia un commento