L’ ultimo sabato

Addio, vecchia ruota del lotto !

Una bambina bendata ha estratto ieri sera

per l’ultima volta , cinque bussolotti

dalla ruota di Genova , la città

dove il gioco fu codificato nel 1620 col nome

di  “ Zêugo  du semenaiu “  (gioco del seminario )

e si scommetteva su chi sarebbero stati i cinque Senatori eletti

tra i centoventi Consiglieri della Repubblica .

Da ora in poi , nessuna piccola mano deciderà più la

sorte di migliaia di persone che sognano

la vincita che cambia la vita .

bambini sono stati  ufficialmente “pensionati” e sostituiti come

è già avvenuto a Roma , Firenze e Cagliari da un

sistema di estrazione informatizzato ,

senza più bisogno di una sede in Liguria.

 

Ieri sera , in via Fiume, sede genovese dell’Agenzia delle entrate , l’uscita di

scena per i novanta bussolotti è stata accompagnata

dalla solita ritualità fuori dal tempo che ne ha accompagnato la vita .

Alle19,30 si è aperto l’armadio dove erano custoditi i numeri ,

poi sono iniziate le operazioni rituali di “imbussolamento”

nella ruota metallica che , da  oggi , è un cimelio storico.

Alle 20 in punto, un dipendente dell’Agenziadelle Entrate ha girato

la ruota, una bambina di undici anni ha estratto uno

dopo l’altro gli ultimi cinque bussolotti .

Poi un incaricato li ha aperti mentre il responsabile dell’estrazione ne ha dato

pubblica lettura, sotto gli occhi attenti ed anche un po’ tristi dei soliti affezionati .

 

Che si sono allontanati per l’ ultima volta ,  “ mugugnando “  .

 

Da  IL SECOLO XIX

 

 

L’ ultimo sabatoultima modifica: 2009-06-21T17:34:51+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento