Realtà … romanzesca

 

Ieri mattina sono andata al mercato del giovedì , così , per muovermi un po’ .

Caldo , tanta gente , tanta merce , scarpe , gonne , pantaloni e camicie unisex per lo più cinesi , con quei pazientissimi ragazzi dagli occhi a mandorla che ce la mettono tutta per cercare di accontentare  i possibili clienti .

In molti comprano , anzi compriamo , chè tutto costa tanto poco che non si resiste alla tentazione e alla convenienza : durerà poco l’ oggetto !?  Ma così poco è stato l’ investimento , che vale pur la pena .

Ho incontrato parecchie vicine di casa , chè  la gente io la incontro fuori , non vado mai in casa di nessuno e neanche invito qualcuno da me , tanto sono …. orsa , ” mamma orsa ” ,  come dicono alcuni affettuosamente .

Chè , in fondo , pare sia  abbastanza simpatica , nonostante tutto .

Tornando a casa con sacchetti e sacchettini , tra cui uno pieno di acciughe che cominciavano a cuocere sotto il sole , ho trovato la signora Lina , una condomina del secondo piano che andava di fretta , perciò mi ha seminato , non senza prima avermi chiesto come era andata la storia della settimana scorsa che c’ erano i carabineri in casa mia .

— I carabinieri !? Da me !? —  ho chiesto .    — Ma sì , — ha risposto mentre si allontanava — lo ha detto Valle , dell’ ultimo piano — .

Appena rientrata  ho telefonato al signor Valle per sapere qualcosa e lui  gentilmente è sceso e mi ha raccontato tutto .

Nel pomeriggio di venerdì  scorso , passando nell’ androne , aveva visto la porta di casa mia socchiusa , in giro non c’ erano tracce della mia presenza , mentre le persiane erano tutte abbassate , perciò si era affacciato , mi aveva chiamato e non avendo avuto risposta si era preoccupato che mi fosse capitato qualcosa , un malore , forse dei ladri .

Aveva allora   telefonato ai carabinieri e si era fermato lì , ad aspettarli , chè per fortuna erano arrivati subito , erano entrati in casa , avevano visto che era tutto in ordine , non c’ero nè io morta nè malfattori vivi ed avevano solo constatato che io , uscendo , avevo dato due giri di chiave alla porta , senza che la porta fosse ben chiusa , anzi fosse del tutto aperta .

Fatto un piccolo verbale , se ne erano andati , dopo aver levato i due giri di chiave con la maniglia interna ed essersi tirati la porta dietro .

Rientrando in serata ed avendo trovato l’ uscio solo ” sbattuto ” , io avevo  pensato di aver dimenticato di chiudere a chiave e non vi avevo fatto molto caso , a volte mi càpita , sono un po’ confusionaria , ahimè .

Naturalmente , ho ringraziato il signor Valle , gli farò  un regalo , magari una bottiglia di vino buono , so che apprezza e anche dei fiori alla moglie , le piacciono molto  .

Ho poi chiamato i carabinieri , per ringraziare anche loro ed il Maresciallo ha detto — Dovere nostro , signora , dovere ! —  ,  ma s’ è un po’ stupito che avessi saputo tutto dopo una settimana e solo per caso .

 

VerIssimo , Maresciallo !   

Non sia mai detto  che questo è un condominio di pettegoli  .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

__

 

 

Realtà … romanzescaultima modifica: 2009-05-22T18:03:18+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Realtà … romanzesca

  1. Ehi! Evidentemente non sei una fifona come me.. pensa che ho messo le inferriate e riesco a tornare sui miei passi per verificare che sia chiuso tutto. Abito in una villetta a schiera. Ma non so perchè ho sempre un senso di paura, più che del fatto che mi possano derubare, non tengo nulla di prezioso apposta, dell’intrusione che mi farebbe sentire la casa meno “mia”. Comunque ora con le inferriate mi sento più sicura, e i gatti vanno e vengono senza problemi.. Ciao, Anna

  2. …mmm…ti pregherei se ti va di rispondermi sul mio blog o via mail, di questi tempi passo pochissimo dagli amici e rischio di perdermi dei doveri…
    Senza offesa Wally, ma quando sulla scheda non vi è nessun nome che ritengo degno di rappresentarmi non posso che eseguire il mio dovere di cittadino andando al voto, poi annullando la scheda scrivendoci il mio messaggio in un certo senso voto… vedo il qualunquista invece in chi si lamenta lamenta e poi vota ancora chi lo induce al lamento.
    Buon WE, Giorgio.

Lascia un commento