5 Dicembre 1746 – Giambattista Perasso , balilla …


… chè balilla è semplicemente un appellativo con cui ci si rivolgeva a Genova , quando si usava parlare  in dialetto , ad un ragazzo di cui non si conosceva il nome  — eh , balilla ! —   — ehi ,  ragazzo ! — .
L' avvenimento che rese celebre quel  " balilla"  accadde infatti a Genova , nel quartiere di Portoria , davanti al grande Ospedale Pammatone ,  poi distrutto dai bombardamenti dell' ultima guerra e sui cui resti è stato edificato il moderno Palazzo di Giustizia , a fianco di via XX Settebre , la strada principale della città .
Durante la guerra per la succesione al trono d' Austria , la Repubblica Genovese , alleata con spagnoli e francesi , subì l' invasione austriaca :  il 5 Dicembre 1746  , verso il tramonto ,  un drappello di soldati dell' esercito invasore trascinava in Portoria un pesante mortaio .
Ad un certo punto la strada sprofondò sotto il peso ed i soldati chiesero aiuto alla gente che guardava la scena :  quando un caporale alzò il bastone contro un uomo per  convincerlo ad ubbidire , un ragazzo ,  un balilla , gridando  " che l' inse ? "  ( che la incominci ? ) ,  lanciò il primo sasso della rivolta .
Una pioggia di altri sassi venne scagliata sugli austriaci che furono costretti ad abbandonare il mortaio e a darsi alla fuga   :  la lotta  durò cinque  giorni ed il 10 Dicembre i nemici furono ricacciati oltre l' Appennino .

Cercando in seguito di dare un nome a  quel ragazzo , si trovò  un Giambattista  Perasso

che è passato così alla Storia  .

Era anche lui  un  balilla .

5 Dicembre 1746 – Giambattista Perasso , balilla …ultima modifica: 2006-12-05T09:43:34+01:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “5 Dicembre 1746 – Giambattista Perasso , balilla …

  1. Verissimo che ci sono migliaia di cose da fare, problemi da risolvere e tantissime altre cose. Ma arrivare a chiudere otto mesi di polemiche sulle elezioni politiche di quest’anno mi sembra una cosa importante. Anche perchè se salta fuori qualche irregolarità rischia di cambiare il risultato… per non parlare della responsabilità penale di chi dovesse aver fatto danni. The Swordman

  2. Mi ricordo un maestro delle elementari (tanti anni fa, e lui era già tanto vecchio) ci raccontava tutte queste storie di amor patrio… Balilla, Pieto Micca, Enrico Toti, Garibaldi, Cesare Battisti, Gabriele D’Annunzio, Italo Balbo… tutte ce le raccontava.

Lascia un commento