29 Ottobre – Autunno

Ho steso i panni ch' era quasi mezzogiorno , prima c' era la nebbia , si sarebbero bagnati del tutto .
E poichè c' era un bel sole e non faceva per niente freddo , ho riordinato quell'angolo di piazzetta contornata da un' aiuola , ch' io chiamo  pomposamente  il giardino .
Ho tolto le erbacce dalla cunetta , ho svuotato dei vasi dai resti delle piante estive ormai secche , ho dissotterrato i bulbi dei gladioli e degli ireos per metterli all' asciutto in casa .
E in casa ho spostato quel che fuori morirebbe al primo freddo .
Il  " benjamin " è tornato al suo posto nel salottino :  ha più di dieci anni ed è così alto da terra che nasconde ormai l' intera stampa dei " Mangiatori di patate" di Van Gogh prima maniera , che si trova su quella parete .
Anche le azalee sono rientrate , con  l' ibisco e quattro vasi di stelle , reduci da quattro Natali diversi , che ad ogni dicembre  ricolorano di rosso le loro belle foglie .
Ho spostato sugli scalini delle porte-finestre  le rose e le ortensie ,  poi ne coprirò le radici con dei fogli di plastica , mentre ho lasciato nell' aiuola le piante grasse e , ovviamente , i rampicanti .
La casa sembra più che mai una serra , coi termosifoni accesi da giorni e la gran luce che entra dalle tante finestre .
Anche l' autunno , ha dei lati buoni , a cercarli .
Solo che , fra poco più di due ore , finita la mia amata ora legale ,  sarà buio .


Ed , ogni sera , al tramonto , mi parrà di rimboccarmi la lapide .


29 Ottobre – Autunnoultima modifica: 2006-10-29T15:23:13+01:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “29 Ottobre – Autunno

  1. Io adoro l’autunno. Dalle mie parti è stupendo. Ti consiglio di trascorrere qualche giorno tra le Dolomiti per riscoprire la bellezza di questa stagione. Non si può avere la sensazione di rimboccarsi la lapide al tramonto, dopo aver trascorso una giornata sotto un cielo terso e in mezzo ai colori autunnali del Suedtirol. Un salutone alla sempre attenta e sensibile Signora Wally. Ti auguro una splendida giornata. George.

Lascia un commento