21 Luglio – Solleone

Il sole è entrato nella Costellazione del Leone  :  ed è il  mio mese .
Nel senso che ci sono nata , sono una leonessa , e che le cose belle della vita
( non tantissime , ahimè ! )  mi sono quasi sempre capitate in questo mese  o ,
almeno , in  questa stagione , l' estate che adoro .
Da bambina , da ragazza , anche da adulta ho sempre desiderato e atteso l'
arrivo dell' estate e pur negli anni in cui non mi ha portato niente di speciale ,
mi han  fatta comunque felice le sue giornate lunghe , piene di luce .
Non soffro molto il caldo , somiglio alla mia madrina  ( forse è vero che chi dà
il nome dà la vita ) , che mentre gli altri nelle giornate torride cercavano l' ombra , camminava lentamente rasente i muri per immagazzinare il calore   comme e          grigoe  ,  come le lucertole , diceva .
Cara , vecchia pro-zia , morta tanto tempo fa  a novantaquattro anni  !
Chissà se le somiglierò anche in questo  .
Ma , tornando al Solleone , temo che  ‘sta volta , oltre alle lunghe giornate
luminose , mi porterà solo delle grandi  preoccupazioni  per la figlia , si sa .
I generosi commenti al mio post ne han fatto quasi un' eroina , e come canta
Gucccini  nella sua eterna "Locomotiva" ,  gli eroi son tutti giovani e belli …" .
Ma il più delle volte sono soprattutto dei terribili incoscienti , e lei incosciente
lo è stata , eccome .
Colla  solita  attenuante di essere giovane e bella .

Comunque ……

E' già un altro giorno .

21 Luglio – Solleoneultima modifica: 2006-07-21T07:32:23+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “21 Luglio – Solleone

  1. e poi dai, non c’e’ nemmeno tutta l’afa che ci ha sobboliti nel 93. ora sono in camera col portatile, ho la finestra zanzarierata aperta, ogni tanto entra un refolo d’aria fresca, sento i gatti che vanno avanti e indietro nel prato, sento il frinire delle cicale e poi vedo tic tac tic tac, qualche lucciiola che se la svolazza beatamente. una magia 🙂

  2. Sai Wally (scusa ma il tuo nome non lo so o, con sto caldo, me lo sono dimenticato) non è che io la difenda a priori, solo perchè l’ho fatto anche io. E’ che da fuori, fuori da lei, da come si sente… non si può capire. Perchè ad un tratto succede qualcosa che come in un flash ti fa vedere te stessa come da un’altra angolazione e vedi la tristezza, la solitudine.. vedi che stai morendo dentro. E l’unica cosa che puoi fare… lo sai… è andartene e proteggere te stessa. Lo so che per una madre è difficile da capire. Ma la mia ce l’ha fatta. Ed è tutto dire 🙂 Ale

Lascia un commento