16 Luglio – La rea confessa

Quando il marito ha cominciato a insospettirsi , strani squilli di telefono ,
uscite precipitose farfugliando spiegazioni strampalate , ritardi nel rincasare ,

e le ha fatto il terzo grado , lei non ha negato come fanno solitamente i
fedifraghi e come , del resto , la legge consente a ogni reo .
Ha confessato subito   — ho un altro uomo —  , ha detto pari pari .
Lui , poveretto , è rimasto di sasso , non voleva crederci , non lo meritava ,
le voleva bene , era un buon marito , tutto lavoro  ( chiesa )  e casa.
Lei gli ha rinfacciato ch' era troppo tutto per tutto , fuorché per lei  :  mai un
fiore , un regalino , uno slancio  ,  soprattutto , mai una risata .
Non ne poteva più .
L‘ altro la faceva ridere .
Passati i giorni e lo stupore , il marito si è fatto un bell' esame di coscienza ,
ha convenuto che , sì , forse aveva avuto dei torti ed ha giurato che si sarebbe
ravveduto , sarebbe cambiato e avrebbero ricominciato da capo nel modo che
voleva lei .
Mettendo entrambi una pietra sopra ai vicendevoli torti fatti e subiti .
Ma lei  ha replicato che lui non aveva capito un bel niente ,
non lo voleva più , anzi il suo solo desiderio era la separazione .
Definitiva e legale .
Ed ha aggiunto  — ….  consensuale , anche con addebito a mio carico . —
Il marito ha tentato di resistere , lei ha minacciato una giudiziale che , ha
preannunciato    – sarà più  lunga e costosa — .
Ormai facevano i separati in casa , dormivano in stanze diverse , lei cucinava e
sbrigava le faccende indispensabili , poi usciva  :  per il lavoro o ……
Lui lo sapeva .
A  ‘sto punto si è arreso , una consensuale in fondo costa così poco , con
l' addebito si risparmiano pure gli alimenti e in caso di morte , lei nemmeno
può ereditare .
Domani andranno davanti al giudice per l' omologazione .
Sarà libera
Il nuovo lui  ha uno stipendio minore di quello del marito .
Lei ha un impiego part-time  a progetto .
Mi auguro che possa continuare a ridere .
E  a essere felice .

E' mia figlia .

16 Luglio – La rea confessaultima modifica: 2006-07-17T14:41:15+02:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “16 Luglio – La rea confessa

  1. Auguro a tua figlia di essere felice. Le vere donne possono vivere con stipendi ridotti, ma mai con attenzioni ridotte. Le vere donne accettano stipendi ridotti, ma non accettano di farsi ridurre solo al ruolo di casalinga e madre e nel peggiore dei casi ad arredamento o semplice possesso. Tua figlia, come altre donne, merita di più, molto di più. Un caro saluto. George.

  2. Cara Wally… io lo so che non sono gli ormoni. Lo so perchè mi conosco. Il tuo post è un pugno nello stomaco. Sembra la mia storia anche se io non avevo un altro. Semplicemente.. . non lo volevo più perchè era tutto per tutto tranne che per me… proprio così! E non lo volevo cambiare… semplicemente non lo volevo più. I soldi, credimi… non fanno la felicità. Io ora ne guadagno pochissimi rispetto all’anno scorso. Lui ne guadagna molto meno di quanto ne guadagnasse il mio ex con l’attività che aveva messo su (con i miei soldi, ndr) ma io sorrido sempre. E non vedo l’ora che venga sera per poterlo stringere forte. Ti abbraccio e abbraccio tua figlia, virtualmente. Che sento tanto…. vicina. Ale

  3. la donnola è un simpatico animale che ha per abitudine bazzicare nei pollai con molta furbizia, le starlette della televisione somigliano in tutto e per tutto a questo animale, bazzicano con furbizia quasiasi pollaio a caccia del gallo con più cresta più disponibile, è chiaro che nessuna donnola dirà mai no al galletto non credo sia il caso dire che cosa vuole la donnola.

  4. be… ha scelto l’amore, e si è assunta tutte le proprie responsabilità. grandiosa. in ogni caso, se fa la consensuale, non c’è alcun addebito.tutt’ al più lei avrà rinunciato al mantenimento. però, se il marito muore prima del divorzio, lei, comunque, eredita (per carità, è solo una precisazione tecnica, non sia maiiiii). ciaooooooo

Lascia un commento