Venerdì 13 Gennaio

I giornali , a parte i soliti diessini e l' infame spione Cavaliere  , portano notizie di  amnistia e indulto affossati , di sentenze di assoluzioni inappellabili dai P.M.  e di tagli negati dai senatori alle proprie liquidazioni e pensioni .


Ma va'……


Perciò ripiego  sulle  " Cronache " .


Alessandria  :  una neonata è stata trovata morta in un cassonetto dei rifiuti a Spinetta Marengo e i genitori , quarantenni regolarmente sposati e con altri due figli , hanno confessato l' infanticidio .


Il fatto , banale nella sua atrocità , mi ha riportato alla trasmissione de  " L' Infedele "  di Gad Lerner   di alcune sere fa   e alla presentazione del  libro   " Dare l' anima "   di Adriano Prosperi  , docente di storia moderna  all ‘ Università di  Pisa , che tratta appunto della pratica della soppressione dei neonati  nei secoli  scorsi .


Bologna , dicembre 1709  .


Una giovane donna dà alla luce un bambino e lo uccide accoltellandolo alla gola  ;  accusata da un vicino di casa ,  viene arrestata , processata , impiccata  e il suo  corpo destinato alla  "  pubblica anatomia " .


Attorno a questo fatto di cronaca , emerso dall'Archivio di Stato di Bologna , Prosperi ricostruisce  la cultura popolare e scientifica , la pratica ( diffusa ! ) ,   la legislazione , il dibattito teologico ,           l' alleanza tra medici e Chiesa e tutto ciò che ruotava ,  ancora nel  ‘700 ,  attorno all'infanticidio .


La nascita , il corpo della donna ,  l' inanimazione  , cioè quando quel  che si va formando nel ventre della donna riceva un'anima ,  e diventi quindi una persona umana a tutti gli effetti .


E per salvare quell' anima , quando il parto metteva a rischio la vita del bambino  , medici e preti  squartavano la madre , per poter battezzare il figlio ancor vivo dentro di lei ,  facendola morire .


Il libro si occupa soprattutto della creatura , in particolare del battesimo e del destino ultraterreno dei non battezzati  :  la gravità suprema dell'infanticidio , infatti , non stava nell' uccidere , ma  nell'uccidere la creatura senza averle impartito il battesimo e condannandola così, secondo la dottrina agostiniana , all'inferno  .


Sicché i poveri corpicini  non venivano nemmeno sepolti in terra consacrata


Nella discussione che ha preceduto i referendum del giugno scorso , la chiesa cattolica ha sempre parlato in difesa della "vita"  ,  lasciando intendere la "vita" in senso biologico .


 


Ma forse intendeva parlare di " vita eterna " .



             

Venerdì 13 Gennaioultima modifica: 2006-01-13T18:38:20+01:00da wally_giana
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Venerdì 13 Gennaio

  1. Ho dato una letta. Mi pare che siamo in sintonia sia nella forma (attingere dalla realtà, che è già di per sè spaventosissima o divertentissima ), sia nello spirito (magari nell’ideologia ?).
    Comunque, bando alle ciance. Ti sei meritato un link nel mio blog.
    Un saluto. —–mortimerma nn—–

Lascia un commento